POTICHE - La Bella Statuina
(Francia, 2010)
di François Ozon
Catherine Deneuve
Gérard Depardieu
Fabrice Luchini
Karin Viard
Judith Godrèche
Jérémie Renier
Sergi López
Évelyne Dandry
Bruno Lochet
Suzanne Pujol
Maurice Babin
Robert Pujol
Nadège Dumoulin
Joëlle Pujol de la Morette
Laurent Pujol
Camionista spagnolo
Geneviève Michonneau
Sindacalista André Ferron


Une (grande) maman!

Basata sull'opera teatrale di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy, questa fresca commedia tutta francese (uscita nelle sale italiane venerdì 5 Novembre 2010 su distribuzione BIM e da me riscoperta in lingua originale su SKY Cinema+24) corredata dei più riconoscibili marchi di fabbrica del regista parigino (di cui ricordiamo Angel), offre un'ora e mezza di puro intrattenimento nella squisita perfomance di tutto il cast. A cominciare da una Catherine Deneuve in ottima forma (benché sia rifatta su tutta la linea!) passando per un sempre inimitabile (anche nel peso) Gérard Depardieu e approdando al talento e alla versatilità (sempre troppo poco rimarcati da critica e pubblico) del grande Fabrice Luchini ( Confidenze Troppo Intime).

Tra atmosfere pseudo fiabesche à la Ozon, parodie più o meno volute delle varie soap opera, citazioni cinefile assortite, il puro divertissement è assicurato, sempre però nella (civettuola) cornice di un messaggio ancora attuale malgrado l'ambientazione fine Anni '70 (con relativi curatissimi costumi d'epoca di Pascaline Chavanne).

Ecco in sintesi la trama.
Anderlecht (Bruxelles, Belgio) 1977. Le agitazioni operaie sindacali minacciano scioperi e rivendicazioni all'interno del Consiglio di Amministrazione della fabbrica Pujol di ombrelli alla moda. Esasperate dalle pessime condizioni lavorative e dallo sfruttamento del patriarca Robert (Luchini), le associazioni proletarie caldeggiate da Maurice Babin (Depardieu) rapiscono Monsieur Pujol e lo tengono in ostaggio. L'intervento della moglie Suzanne (Deneuve) sarà risolutivo per le sorti dell'azienda e porterà una ventata d'aria fresca anche all'interno della famiglia alto-borghese, rivoluzionandone gli ormai logori cliché.

Punto di forza del lungometraggio sono gli approfondimenti psicologici e le dinamiche trasversali nella cerchia dei personaggi in gioco, facendo leva sulla sfruttata ma sempre efficace commedia degli equivoci.

Prossimi passaggi ravvicinati su SKY Cinema+24 sono previsti tra Gennaio e Febbraio 2012.

©®Annalisa
Domenica 29 Gennaio 2012
Tutti i Diritti Riservati


Commenta sul Forum