PRINCE OF JUTLAND (1994)
(Olanda/Regno Unito/Danimarca
Francia/Germania)
di Gabriel Axel
Gabriel Byrne
Helen Mirren
Christian Bale
Brian Cox
Kate Beckinsale
Steven Waddington
Tony Haygarth
Freddie Jones
Tom Wilkinson
Richard Dempsey
Saskia Wickham
Brian Glover
Mark Williams
Andy Serkis
Philip Rham
Ewen Bremner
Fenge
Queen Geruth
Amled
King Aethelwine
Ethel
Ribold
Ragnar
Bjorn
King Hardvendel
Sigurd
Gunvor
Caedman
Aslak
Torsten
Aelfred
Frovin


Young Braveheart

Inedito in Italia, il raro lungometraggio - noto anche come Royal Deceit - ha il pregio di trasporre sugli schermi la versione danese della saga di Amleto, anteriore di circa quattro secoli alla tragedia di Shakespeare, per la cui stesura il Bardo prese certamente spunto dalle cronache antiche. La trama è infatti ispirata ai libri III e IV delle Gesta Danorum di Saxo Grammaticus, chierico danese vissuto nel XII Secolo, il cui merito consiste nell'aver raccontato in latino aulico le gesta del popolo danese dell'epoca.

La storia è ambientata nell'oscuro medioevo nel remoto reame danese di Jutland, su cui regna felicemente il giusto Re Hardvendel con la sua regina Geruth e i due figli Amled e Sigurd. Il film si apre sulla sequenza di caccia al cinghiale del sovrano accompagnato dai figli, in cui Amled mostra tutto il suo talento e il suo grande coraggio. Invidia e brama di potere spingono Fenge a ordire in segreto un complotto contro il fratello Hardvendel, impiccato con l'aiuto di alcuni fidati scagnozzi. I due figli di Hardvendel assistono all'omicidio e Amled ha la prontezza di spirito di fingersi pazzo per non essere ucciso a sua volta assieme al giovane fratello, che muore per mano di uno degli uomini di Fenge. Con grande astuzia, coraggio e determinazione, Amled porta a compimento il suo piano e riesce a vendicare la morte del padre uccidendo uno ad uno i suoi aguzzini, per essere incoronato legittimo Re e successore del padre.

La trama, essenziale ma avvincente, ben delineata sotto l'egida di una regia sicura e moderna, trova il suo punto di forza nell'eterogeneo cast, su cui svetta a buon titolo un giovanissimo ma già dotato Christian Bale, che mostra nella sua ottima performance il germe del talento che ne imprimerà la futura carriera cinematografica, culminata il 27 Febbraio 2011 con il conseguimento del primo Oscar per The Fighter.

Helen Mirren indossa i panni di Geruth con regale compostezza, confermando le grandi doti istrioniche che l'accompagneranno lungo tutto il percorso artistico e anticipando il ruolo di Regina degli Inglesi del celebratissimo The Queen, per cui nel 2007 vinse l'ambita statuetta degli Academy Awards.

Anche Gabriel Byrne offre un'ottima prova nella parte del perfido Fenge, riprendendo alcuni tratti del personaggio di Uther Pendragon da lui interpretato nel 1981 in Excalibur di John Boorman (in cui recitò anche Helen Mirren nel ruolo di Morgana). Con questa pellicola Prince of Jutland condivide atmosfere cupe e intrighi di palazzo, pur essendo privo di effetti speciali e limitandosi ad una storia essenziale che con l'elaborata tragedia shakespeariana ha in comune solo il tracciato elementare.

©® Annalisa
Martedì 11 Ottobre 2011
Tutti i Diritti Riservati





Commenta sul Forum