FALSE VERITA’
(CANADA/UK, 2005)
di Atom Egoyan
Kevin Bacon
Colin Firth
Alison Lohman
David Hayman
Rachel Blanchard
Maury Chaykin
Sonja Bennett
Kristin Adams
Deborah Grover
Lanny Morris
Vince Collins
Karen O’Connor
Reuben
Maureen O’Flaherty
Sally
Bonnie Trout
Alice
Madre di Maureen


Attenti A Quei Due

La luce dei riflettori illumina lo scenario televisivo della maratona di Telethon in cui si esibiscono i popolarissimi entertainer Vince Collins & Lanny Morris, adorati dai fans, contesi dalle emittenti televisive, coccolati dal boss Sally San Marco che concede loro qualsiasi vizio pur di averli ospiti nel suo night club e legittimare in tal modo le proprie illecite attività. Ma all’improvviso i due cadono in disgrazia e vedono offuscarsi inesorabilmente il proprio prestigio in seguito al ritrovamento del cadavere di una cameriera nella loro suite d’albergo. Prontamente insabbiato da agenti corrotti e compiacenti al boss mafioso, il caso viene riaperto a distanza di un ventennio da un’ambiziosa giornalista in carriera, Karen O’Connor, decisa a far luce con ogni mezzo sul mistero che avvolge i suoi stessi idoli.

Where The Truth Lies è molto più di un noir dalla trama poliziesca fittamente intessuta, ben calibrato nei giusti tempi e nei dovuti colpi di scena, che richiede a sua volta eccellenti osservatori per riuscire a sbrogliare l'intricato bandolo della matassa. E’ una disamina attenta e feroce del mondo dorato dello show business televisivo con le sue falsità a buon mercato, analisi al microscopio che non risparmia niente e nessuno e che si dipana tra gli sfavillanti anni ’50 (nel pieno boom economico di un business senza troppi scrupoli) e i trasgressivi anni ’70, trovando lo spunto narrativo nell’indagine giornalistica di Karen. La lunga maratona televisiva di Telethon ammantata di umanità e generosità stride con la vera natura dei due protagonisti, messa a nudo senza schermi protettivi proprio dalla ragazza che li considerava idoli senza macchia, costretta a mettere in gioco il suo rapporto con le due icone televisive e di conseguenza a rivedere il giudizio su di loro e su se stessa.

Il film è ispirato all’omonimo romanzo di Rupert Holmes, rielaborato dal regista armeno-canadese nella materia narrativa come nella definizione dei caratteri: Vince Collins (Colin Firth) diventa allora uno showman inglese dal tradizionale aplomb, portato istintivamente ad arginare l’irruenza tutta americana del suo collega Lanny Morris (Kevin Bacon) non tanto nella vita reale quanto sulla scena, dove la coppia riprende le movenze e i dialoghi dell’altrettanto celebre duo televisivo anni ’70 composto da Roger Moore & Tony Curtis nel fortunato serial Attenti a Quei Due. Per la verità la premiata ditta Firth & Bacon recita un tantino sopra le righe e sembra prendersi un po’ troppo sul serio, mentre spicca il talento di Alison Lohman, già apprezzata nelle vesti della presunta figlia di Roy Waller/Nicolas Cage in Matchstick Men aka Il Genio Della Truffa di Ridley Scott.

Avvincente, intrigante, torbido quanto basta, l’intreccio mette a fuoco anche un altro importante aspetto: il vuoto d’identità di due persone che acquistano credibilità solo fingendo di essere ciò che non sono. Vince Collins e Lanny Morris attingono linfa vitale proprio dall’immaginario collettivo che li ammanta di una luce effimera che lascia in ombra la verità, che proietta su di loro un’apparenza vuota di sostanza a cui entrambi si aggrappano disperatamente per preservare il loro status symbol. L’indagine della giovane giornalista Karen O’Connor innesca un gioco di scatole cinesi che da una menzogna fa scaturire una mezza verità. Tutti i personaggi fingono a loro modo, mentendo con scopi diversi: chi per nascondere le proprie miserie, chi per difendere la posizione o il prestigio acquisito, chi per raggiungere un obiettivo, chi per non ferire. Ma alla fine i nodi vengono al pettine in un crescendo di rivelazioni che travolge tutto e tutti. I riflettori si spengono allora sul disincanto di una giovane donna in carriera senza più illusioni.

©® Annalisa/Maggio 2006
Riproduzione Riservata